Video Marketing

Come rendere un Video Virale

di

COME RENDERE UN VIDEO VIRALE

Come rendere un video virale

In questo articolo vi porto l’intervento di Kevin Allocca, responsabile trend di YouTube. Il video che segue, così come il testo, rappresentano il suo intervento al TEDYouth in cui Kevin espone i 3 motivi fondamentali che caratterizzano un video virale. Il testo di questo articolo è la traduzione del discorso, con leggeri adattamenti per renderlo maggiormente fruibile in lettura.

httpv://www.youtube.com/watch?v=BpxVIwCbBK0

Salve, mi chiamo Kevin Allocca, sono il trend manager di YouTube e per lavoro guardo video… su YouTube!

Oggi parleremo un po’ di come rendere un video virale e come mai ciò abbia una qualche importanza.

Vogliamo tutti essere delle stelle, celebrità, cantanti, attori, e quand’ero giovane, sembrava essere davvero molto difficile. Oggi, diversamente, i video sul web danno la possibilità a tutti noi con tutte le cose creative che facciamo, di diventare famosi.

Chiunque di voi potrebbe diventare famoso su Internet entro sabato prossimo. Vengono caricati su YouTube più di 48 ore di video al minuto, e di questi sono una minima parte diventa virale e riceve tonnellate di visualizzazioni, diventando un momento culturale.

Allora come succede che un video diventa virale? Si devono verificare tre cose:

  1. lanciatore di tendenze;
  2. comunità partecipative;
  3. l’inaspettato.

 

Analisi del video: Double Raimbow di Bear Vasquez
(>30 MLN visualizzazioni)

httpv://www.youtube.com/watch?v=OQSNhk5ICTI

L’anno scorso Bear Vasquez ha pubblicato questo video girato da casa sua nel Parco Nazionale di Yosemite. Nel 2010 è stato visto 23 milioni di volte (oggi sono 33.217.689).

In realtà non era sua intenzione fare un video virale, voleva solo condividere un arcobaleno. In realtà aveva già pubblicato diversi video sulla natura, e questo video era stato pubblicato addirittura a Gennaio, come mai è poi diventato virale?

trend dal momento dell upload del video double raimbow

Allora cos’è successo che ad un certo punto ha fatto decollare le visualizzazioni del video? È successo che Jimmy Kimmel ha pubblicato questo tweet:

my friend Todd has declared this “funniest video in the world” – he might very be right:
[link al video]

Lanciatori di tendenze come Jimmy Kimmel ci mostrano cose nuove ed interessanti e le sottopongono ad un vasto pubblico.

 

Analisi del video “Friday” di Rebecca Black
(>200 MLN visualizzazioni)

httpv://www.youtube.com/watch?v=kfVsfOSbJY0

È stato visto quasi 200 milioni di volte quest’anno. Ecco il grafico che ci mostra che, come quello dell’arcobaleno, sembra essere spuntato fuori dal nulla:

trend del video friday di rebecca black

“Cosa è successo quel giorno?” in quel punto del grafico (era un venerdì) Tosh.0 l’ha selezionato e tanti blog hanno cominciato a parlarne. Tosh.0 è stato uno dei primi a pubblicare su Twitter una frase ironica su questo video. Ma ciò che importa è che un individuo o gruppo di lanciatori di tendenzehanno preso un punto di vista e lo hanno condiviso con un pubblico più ampio, accelerando il processo virale.

Dal nulla si è poi formata una comunità che ha cominciato a parlarne ed a farne altre cose e ora ci sono 10.000 parodie di “Friday” su YouTube. Addirittura nei primi sette giorni è stata creata una parodia per ogni altro giorno della settimana!

Contrariamente alle forme d’intrattenimento a senso unico del 20° secolo, oggi si ha la partecipazione della comunità, sia diffondendo ciò che esiste che producendo qualcosa di nuovo.

 

Analisi del video “Nyan Cat”
(>50 MLN di visualizzazioni)

“Nyan Cat” è un’animazione a ripetizione con musica in loop è va all’infinito. Tutto qui, ma è stata vista 50 milioni di volte quest’anno e se pensate che sia bizzarro, dovete sapere che ne esiste una versione di 3 ore (c’è una versione che dura 100 ore N.d.B.) che è stata vista 4 milioni di volte. […]

httpv://www.youtube.com/watch?v=QH2-TGUlwu4

Quel che importa è la creatività che ha ispirato, in questa cultura internettiana così legata al PC e alla tecnologia, altre versioni, ecco qualche esempio:

versione “old”:

nyan cat versione bianco e nero

versione “seppia”:

nyan cat versione seppia

versione “nippon”:

nyan cat versione giapponese

Un’intera comunità è spuntata dal nulla e lo ha remixato trasformandolo da uno stupido scherzo in qualcosa in cui possiamo farne tutti parte, perché adesso non ci godiamo solo lo spettacolo, ci partecipiamo.

 

Chi avrebbe mai potuto prevedere delle cose del genere? Chi avrebbe potuto prevedere “Doppio arcobaleno” o Rebecca Black? O Nyan Cat? Quale sceneggiatura avreste potuto scrivere che contenesse tutto questo?

In un mondo dove ogni minuto vengono caricati più di due giorni di video solo quello che è davvero unico ed inaspettato può emergere.

 

Analisi del video “Bike lanes”
(>5 MLN di visualizzazioni)

Quando un mio amico mi ha detto che dovevo guardare un video fantastico di un tale che protesta contro le multe ai ciclisti a New York City, ammetto che non ero molto interessato, Casey Niestat ha protestato perché ha preso una multa per non essere sulla pista ciclabile, ecco il video; guardatelo fino alla fine:

httpv://www.youtube.com/watch?v=bzE-IMaegzQ

Essendo completamente sorprendete e divertente, con questa idea efficace Casey Niestat ha raggiunto 5 milioni di visualizzazioni.

Questo approccio vale per qualunque cosa si crei. Ciò c’induce a porci una grande domanda: cosa significa tutto questo?

Lanciatori di tendenze, comunità partecipative e creative, cose totalmente inaspettate. Queste sono le caratteristiche di un nuovo tipo di media e un nuovo tipo di cultura a cui tutti possono accedere ed in cui il pubblico ne decreta la popolarità.

Una delle più grandi star internazionali del momento, Justin Bieber ha iniziato su YouTube. Nessuno ha dovuto approvare l’idea, ma ora sentiamo di essere tutti proprietari della nostra cultura pop.

Queste non sono caratteristiche dei vecchi media e sono a mala pena valide per i media di oggi, ma definiranno l’intrattenimento del futuro.


 

Riepilogo

Quello che Kevin Allocca dice è che il web è pieno zeppo di video, allora cosa dovrebbe avere un video per emergere dalla massa? Da come ha spiegato, un video, per quanto geniale possa essere, ha bisogno di un propulsore, quelli che nel marketing vengono chiamati influenzers ovvero coloro che hanno la possibilità d’influenzare una grande massa di followers. Sia “Double raimbow” che “Friday” hanno avuto il supporto di un “lanciatore di tendenze”. Tuttavia va considerato che essi, i video, devono avere un dna predisposto alla condivisione, ma anche alla modificazione genetica, così come è avvenuto per “Friday” con gli otre 10.000 video di parodie e con Nyan Cat.

“Sorprendete e divertente” sono le parole chiavi, specialmente la prima: il video deve avere un punto di vista inaspettato, qualcosa che sorprenda e faccia venire voglia di esclamare: “Ehi, hai visto questo video su YouTube”?

 

Voi cosa ne pensate? Siete d’accordo con quest’analisi?

Tag: , ,

Vuoi restare aggiornato su temi e argomenti come quello trattato in quest’articolo? Inserisci il tuo nome e l’email e non perderai nessun nuovo post!

(Odiamo lo spam e puoi cancellarti con un clic)